Elenco attività per ristrutturazioni

  1. Chiavi in Mano: Impegno nei confronti del cliente a fornire tutte le prestazioni necessarie affinché l'opera sia ultimata, completa e pronta per l'uso e/o suo esercizio e nel rispetto delle tempistiche;
  2. Progettazione Architettonica 3D: Negli interventi di ristrutturazione edilizia che comportano un cambiamento importante dell'oggetto dell'intervento, un professionista abilitato alla professione (Architetto) Vi seguirà e suggerirà le migliori soluzioni, in base alle Vostre esigenze. Il risultato sarà visibile in modo virtuale attraverso l'utilizzo della modellazione "3D";
  3. Pratiche Amministrative: Svolgimento delle pratiche amministrative, presso gli enti preposti necessarie per ottenere i permessi, a seconda del tipo d'intervento, e poter procedere nelle lavorazioni. Ad esempio gli interventi di Manutenzione ordinaria non necessitano di autorizzazione edilizia;
  4. Pratiche Catastali / Pratiche DOCFA: Preparazione delle pratiche per variazione catastale. La pratica catastale viene fatta per sanare lo stato dell’immobile a norma di legge e per registrare le eventuali modifiche avvenute nel corso del tempo o con una recente ristrutturazione.
  5. Agevolazioni fiscali: Preparazione delle pratiche necessarie per l'ottenimento delle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni (BONUS CASA 2020), se in possesso dei requisiti per ottenerle.

Di seguito è proposto uno schema (estratto dalla "Guida ANIT - Detrazioni fiscali - Marzo 2020) delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia sugli edifici e sugli impianti esistenti per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2017 in accordo con le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2020 (n. 160 del 27 dicembre 2019).


(**) Per “ristrutturazione edilizia” si intende una tipologia di interventi disciplinati nel comma 1 dell’art. 16-bis del DPR 917/1986 (testo unico imposta sui redditi) con modifiche introdotte da Legge 190/14 all’art. 1. L’art. 16-bis richiama gli interventi indicati all’art. 3 del DPR 380/01 alle lettere a), b), c) e d) effettuati sulle parti comuni e b), c) e d) sulle singole unità immobiliari e altre casistiche (interventi di conseguimento di risparmio energetico o riduzione inquinamento acustico, ecc..). La detrazione è dedicata ai soli edifici residenziali. (***) Per interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117–bis del codice civile o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.   

6. IVA agevolata al 10% e al 4%: Preparazione della documentazione necessaria per le agevolazioni sull'IVA.